HOME archivio NOTIZIE

Due scienziati denunciano: “Microparticelle cancerogene in 22 prodotti alimentari, venduti in Italia e in nel mondo”

CIBI CONTAMINATI DAI METALLI PESANTI:

LE MARCHE DA EVITARE

 

a cura della redazione di www.ersiliomattioni.it

 

MODENA (SETTEMBRE 2007) – Un recente studio (compiuto da due scienziati modenesi in collaborazione con Beppe Grillo) ha dimostrato che vi sono prodotti alimentari, regolarmente venduti in Italia e nel mondo, contenenti particelle di metalli pesanti altamente cancerogene, provenienti dal fumo di termovalorizzatori, nome nobile per definire gli inceneritori dei rifiuti.


Queste microparticelle vengono ritenute dai due scienziati di Modena più pericolose delle macroparticelle dei gas di scarico delle auto, perché entrano nel nostro sangue e si annidano negli organi rimanendovi per sempre, aumentando il rischio di un cancro.

 

Come al solito, in questi dibattiti, si dice tutto e il suo contrario. In questo caso però i due scienziati sono pronti a giurare sulle loro scoperte e ci informano di aver comunicato alle aziende interessate i risultati delle loro analisi.

 

torna su